Regolamentazione bancaria e finanziaria, il bilancio della legislatura

15 Aprile 2014  /   Nessun Commento

Nell’ultima sessione di questa legislatura a Strasburgo c’è stata la possibilità di  fare un bilancio generale sulla regolamentazione bancaria e finanziaria che il Parlamento europeo ha cercato di porre in atto.

In tal senso è intervenuto Leonardo Domenici, europarlamentare PD, già relatore per il regolamento sulle agenzie di rating: “Possiamo dirci soddisfatti? Sì e no. Ci sono luci, che sono state messe in evidenza molto bene dai colleghi, ma anche alcune ombre. È stata positiva la vigilanza, è stato positivo il lavoro svolto dai relatori sulla risoluzione delle crisi, sulle garanzie dei depositi, il tentativo in generale di difendere i cittadini contribuenti.

Ma i tempi sono spesso troppo lunghi per decidere e per applicare le norme e mi dispiace che non siamo riusciti in questa legislatura a portare a compimento anche il progetto di separazione fra banche di investimento e banche commerciali. Dovrà essere uno dei  principali obiettivi della prossima legislatura. Credo che dobbiamo limitare ancora di più la tendenza delle banche ad essere gigantesche, la tendenza delle banche a indebitarsi.

Abbiamo bisogno di una governance bancaria più efficace per controllare ciò che fanno i vertici delle banche. Dobbiamo distinguere meglio tra grandi banche piccole banche soprattutto cooperative, radicate sul territorio. L’obiettivo principale della regolamentazione deve essere quello di garantire sicurezza e solidità del sistema finanziario nel pubblico interesse come diceva bene Benjamin Franklin: “An ounce of prevention is better than a pound of cure.”, ha concluso Domenici.

Ti potrebbe interessare anche...

Ucraina: Orban rompe il fronte con Tusk

Leggi e Commenta →