Dichiarazione dei Gruppi PPE, S&D e ALDE sull’elezione del Presidente della Commissione europea

3 Aprile 2014  /   Nessun Commento

In una dichiarazione congiunta i Presidenti dei Gruppi PPE, S&D e ALDE, Joseph Daul, Hannes Swoboda e Guy Verhofstadt, hanno confermato l’impegno a dare il via prima possibile al dialogo e alle consultazioni dopo le elezioni europee, così come previsto dalla Dichiarazione n. 11, annessa al Trattato dell’Unione europea in riferimento agli articoli 17.6 e 17.7, secondo cui “il Parlamento europeo e il Consiglio europeo sono congiuntamente responsabili per il regolare svolgimento del processo per l’elezione del Presidente della Commissione europea” e “spetta ai rappresentanti del Parlamento europeo e del Consiglio europeo promuoveranno quindi le necessarie consultazioni”.

La dichiarazione di Daul, Swoboda e Verhofstadt: “Rispettando il testo e lo spirito del Trattato, e tenendo pienamente conto dei risultati delle elezioni europee, ci impegniamo a promuovere il dialogo e le consultazioni subito dopo le elezioni europee per individuare il prossimo Presidente della Commissione all’interno della famiglia politica che sarà in grado di garantire la necessaria maggioranza qualificata all’interno del Parlamento. Il candidato individuato dal Gruppo parlamentare più numeroso sarà il primo soggetto incaricato a formare la maggioranza richiesta: su queste basi presenteremo poi una proposta congiunta al Consiglio europeo, per dare l’avvio alle consultazioni inter-istituzionali, secondo quanto previsto dalla Dichiarazione n. 11. Il prossimo Presidente della Commissione sarà eletto con un processo trasparente, non secondo un qualche accordo sottobanco. Ognuna delle nostre famiglie politiche si presenterà alle elezioni europee con il proprio candidato alla Presidenza della Commissione europea, che sarà quindi scelto tra loro: l’impegno è di rispettare le aspettative dei cittadini, perché l’Unione europea sia un po’ più democratica e più vicina a loro”.

Ti potrebbe interessare anche...

Ucraina: Orban rompe il fronte con Tusk

Leggi e Commenta →