Un movimento di larga portata per fermare la campagna lobbistica contro la FTT

5 Febbraio 2014  /   1 Commento

Nuovo capitolo sulla FTT ieri alla seduta plenaria del Parlamento europeo tenutasi a Strasburgo. Parlando relativamente alla necessità di adottare rapidamente un’imposta sulle transazioni finanziarie con un’ampia base imponibile, è intervenuto Leonardo Domenici (PD): “Questo non è certo il primo dibattito che facciamo sulla Tassa sulle transazioni finanziarie. E’ chiaro che ognuno può rimanere della propria opinione, ma molti argomenti che sono stati riproposti in questo dibattito li abbiamo già discussi e approfonditi in passato. Qual è allora la novità?

Dobbiamo dircelo chiaramente: la novità è che, nel momento in cui la Tassa sulle transazioni finanziarie ha cessato di essere soltanto una possibilità ed è diventata qualcosa di concreto, è cominciata una campagna lobbistica di enorme portata che si è riversata anche sui governi che fanno parte della cooperazione rafforzata. E’ accaduto e sta accadendo in Italia, in Francia e altrove. A questo punto credo che, invece, abbiamo bisogno di arrivare a una conclusione e che sia giusto che anche sui governi si faccia sentire un movimento di opinione pubblica largamente favorevole a questa tassa. Vorrei anche dire, ad un collega che ora non c’è più, il collega Langen, per il quale io ho molto rispetto, che noi non possiamo rimettere in discussione una scelta perché c’è il ricatto che qualcuno faccia ricadere sui piccoli risparmiatori il peso e l’onere di questa tassa.

Io credo, in realtà, che non ci sia nessuna relazione diretta tra il fatto che un mercato finanziario sia sano e la quantità di transazioni che avvengono su quel mercato; anzi, se la tassa sulle transazioni finanziarie contribuirà in qualche modo ad abbassare i livelli di speculazione, questo sarà un altro dei successi importanti che potrà conseguire, fermo restando che ciascuno di noi è sempre stato attento, a cominciare dalla relatrice Podimata, alla valutazione su tutte quelle che possono essere le conseguenze indesiderate su cui si potrà eventualmente intervenire“.

vedi anche il video dell’intervento dal sito ufficiale del Parlamento europeo (ore 18:03)

Ti potrebbe interessare anche...

Tobin Tax, rischio annacquamento

Leggi e Commenta →