FTT, serve introdurla il prima possibile

12 Febbraio 2014  /   Nessun Commento

Il presidente del Gruppo S&D, Hannes Swoboda, e l’eurodeputata Anni Podimata, hanno invitato i ministri delle finanze europei ad agire seriamente per introdurre la Tassa sulle transazioni finanziarie (FTT). Gli 11 paesi europei che hanno aderito alla cooperazione rafforzata non hanno fatto progressi dal gennaio 2013.

In una lettera aperta, in vista del prossimo summit franco-tedesco, Swoboda e Podimata sottolineano: “I nostri cittadini si aspettano risultati dall’UE e vogliono far pagare al settore finanziario i costi della crisi che esso stesso ha provocato. Non si capisce come mai, dopo sei anni dall’inizio della crisi, i governi europei sono rimasti inattivi. Non stiamo facendo abbastanza!”.

“Ci aspettiamo, quindi, di vedere introdotta una FTT ambiziosa e responsabile da parte degli 11 ministri. Questa FTT dovrà essere implementata il prima possibile e nessuno strumento, nessun mercato e nessun attore finanziario dovrà essere escluso, così da scoraggiare davvero i comportamenti speculativi e generare entrate significative”.

“Il Parlamento europeo ha dimostrato, tramite una maggioranza schiacciante, che è possibile raggiungere un compromesso realistico anche se ambizioso, capace di avere un’ampia applicazione e clausule di sicurezza, come il tasso abbassato e dei periodi di transizione sui debiti sovrani, oltre alle misure per proteggere la liquidità e le pratiche degli attori commerciali”.

“Contiamo su di voi per respingere le richieste di chi vede minacciati i propri interessi e per fare ciò che è giusto per i vostri cittadini“.

Ti potrebbe interessare anche...

Tobin Tax, rischio annacquamento

Leggi e Commenta →