Tirocinio al Parlamento europeo per persone disabili

15 Marzo 2013  /   Nessun Commento

L’obiettivo principale del programma è quello di offrire alle persone con disabilità una proficua esperienza di lavoro come tirocinanti al Parlamento europeo, dando loro un’occasione di familiarizzarsi con le sue attività.

Altri obiettivi sono:

  • mettere in pratica i principi delle pari opportunità del Parlamento europeo aiutando le persone con disabilità ad ottenere un’esperienza professionale che ne incrementi le possibilità di una futura occupazione;
  • fornire al Parlamento europeo il contributo e la positiva esperienza che tirocinanti con disabilità apportano al lavoro e alla cultura;
  • contribuire a rafforzare la consapevolezza generale in merito alla disabilità tra il personale del PE, contribuendo ad eliminare gli ostacoli all’integrazione delle persone con disabilità.

Il programma offre tirocini retribuiti di cinque mesi ai candidati con disabilità e si aggiunge alle altre opzioni in materia di tirocini e visite di studio presso il Segretariato del Parlamento europeo. Esente dall’articolo 18 delle Norme interne relative ai tirocini e alle visite di studio presso il Segretariato generale del Parlamento europeo, esso offre ai candidati senza laurea le stesse condizioni degli altri tirocinanti retribuiti.

I candidati devono:

  • essere cittadini di uno Stato membro dell’Unione europea o di un paese candidato;
    aver compiuto 18 anni all’inizio del tirocinio;
  • avere una conoscenza approfondita di una delle lingue ufficiali dell’Unione europea e una buona conoscenza di una seconda di queste lingue;
  • non aver svolto nessun altro tirocinio retribuito o nessuna attività lavorativa retribuita per più di quattro settimane consecutive all’interno di un’istituzione europea o presso un deputato o un gruppo politico del Parlamento europeo;
  • essere in grado di certificare di avere una disabilità (certificato medico o apposito certificato o tesserino rilasciato da un ente nazionale).

I candidati presentano la domanda di tirocinio utilizzando esclusivamente l’atto di candidatura online per persone con disabilità. I candidati saranno selezionati dopo una valutazione dei rispettivi meriti e competenze, confrontando il profilo del candidato con le possibilità di tirocinio disponibili. La valutazione si baserà sulle informazioni contenute nell’atto di candidatura. Nel caso di candidati a pari merito, si cercherà un equilibrio fra uomini e donne nonché un equilibrio in ordine all’origine geografica, nella misura consentita dal numero limitato di tirocini.

Ulteriori informazioni sulla pagina del Parlamento europeo.

Photo credits: tredford04

Ti potrebbe interessare anche...

EURES, cercare lavoro in Europa

Leggi e Commenta →